Riflessioni post Sanremesi di quasi vitale importanza sul festival della canzone italiana

Anche quest'anno è finita, per fortuna. Per fortuna ma non troppo però, perché tutto sommato quest'edizione del festival di San Remo mi ha finalmente portato a riflettere che valga la pena parlarne. Perché dopo tanti anni di falsi formalismi, prevedibilità e paté-tismi (pateticità sparsa in lungo e in largo come il paté sul pane vecchio e ammuffito), ci sono stati in quest'edizione del festival di San Remo anche novità e cambiamenti.

Autore: 

Sezione: 

Numero: 

Non senso unico

- Casa della giunchiglia saltata in quadriglia con salsa pariglia -

“Bentrovati! Un saluto alla community” “di Puffi. Clicca” ”te un po' di tutto con moderazione usando buon senso” “per continuare. E' necessaria l'autorizzazione dell'utente” “che ha richiesto 90 anni di” “sfasatura temporale nella durata” “della propria adesione al Consiglio” “e” “possiede la Masonic Lodge Deluxe Time Travel & Disco Card”.

LA NOSTRA PASTA PESTA IMPOSTA (feat Citazione Nostalcolta)
Risponde Valerio Massimo di Mafredonia

Autore: 

Sezione: 

Numero: 

Il rosa mi fa schifo

Urlare in faccia ai sordi

Era seduto sul divano, gli occhi sbarrati, si rosicchiava le unghie. Era successo. Di nuovo. Un altro uomo ammazzato come un cane, in mezzo alla strada. L’avevano fatto in cinque, anche con spranghe. Lui era morto di stupro all’ospedale, qualche tempo dopo, per gravi lesioni interne, aveva detto la giornalista. Gli era salito il vomito quando l’aveva sentito. Era solo un ragazzino, accidenti. Dopotutto è l’India, là le donne sono più violente. -E’ per via della repressione sessuale!- aveva detto sua moglie.

Autore: 

Numero: 

Viaggio nella Romagna che sta per scomparendo (prima parte)

La Romagna che “sta per scomparendo” è la storia di un popolo che ormai non c’è più. È il viaggio alla ricerca di personaggi che ancora oggi, fieri e inconsapevoli, portano avanti quella che è una tradizione tramandata di padre in figlio in anni e anni di storia. È quella cultura ormai ai nostri giorni dimenticata (o non cultura) fatta di storie inverosimili e di leggende metropolitane che non importa se vere o false, se accadute o solamente immaginate, ma certamente, da tutti quelli che le ascoltavano, accettate, condivise e tramandate.

Autore: 

Numero: 

Una pensione di gioventù

Di mese in mese, credo che il mio gioco si stia facendo sempre più scoperto: se sotto le parole si nascondono le armi che ci minacciano, non ci resta che prendere le parole, disarmarle e armarci a nostra volta.
La mia proposta vi parrà sconcertante e forse anche un po' fuori tema, rispetto ai consueti appunti di carattere linguistico della mia rubrica, ma cercherò di far tornare tutti i conti e di mostrarvi come questo titolo sia conseguente al mio ragionamento.

Autore: 

Sezione: 

Numero: 

RIDERE CON IL MAGONE

Ivano Marescotti porta in scena La Fondazione l’ultimo testo per il teatro del poeta romagnolo Raffaello Baldini

In una recente intervista a proposito di Raffaello Baldini Ivano Marescotti ha dichiarato: “La sua poesia è immediatamente comprensibile da chiunque, anche se i livelli di comprensione son poi diversi. Come con lo spettacolo: tutti ridono, ma si ride con il magone”.
Ora l’attore romagnolo è riuscito a portare in scena l’ultima opera scritta per il teatro dal poeta di Santarcangelo (scomparso nel 2005), dal titolo La fondazione.

Autore: 

Sezione: 

Numero: 

Spazi e percorsi a Rimini : il vecchio il nuovo e il temporaneo

Piccole tracce di progetti, cantieri e sogni

Settembre 2012 : Borgo San Giuliano, XVIII Festa de Borg, nelle strade si disseminano gli stand e gli spettacoli, le stanze e i giardini di molte case sono adibiti a salotti d’esposizione. C’è n’è uno grande nel cortile della parrocchia di San Giuliano, dove è allestita una mostra a dir poco particolare. Niente quadri, poesie o manufatti, ma s’intende che il tema è la città di Rimini.

Autore: 

Sezione: 

Numero: 

Editoriale

Note a margine di un paese

Pochi giorni prima del voto, mi sono imbattuto nell'ultima frontiera della politica: il software messo in rete dal quotidiano “La Repubblica” per calcolare il numero di futuri Senatori, sulla base dei voti e delle alleanze previsti, per scoprire se si potesse superare la soglia che garantisse la tanto agognata governabilità – che attualmente latita e non so che ne sarà alla data in cui il mio articolo sarà pubblicato.

Autore: 

Numero: 

Pagine